LA PANDEMIA E GLI INFERMIERI DI MODENA

Sono più di 200 i pazienti ricoverati a causa del Covid negli ospedali di Modena.

Ad assisterli e a raccontare la loro solitudine sono gli infermieri, che non vogliono essere chiamati eroi e lanciano ai cittadini l’appello a rispettare le regole

Clicca qui per vedere il video

Nel video le interviste a:

  • Onorica Radu, Infermiera alla Terapia Intensiva dell’Ospedale Civile
  • Raffaele Giannelli, Infermiere alla Medicina interna d’Urgenza dell’Ospedale Civile
  • Serena Viappiani, Infermiera alla Terapia Intensiva Polifunzionale del Policlinico

Sono ad oggi 229 le persone complessivamente ricoverate tra Policlinico e Baggiovara a causa del Covid. 174 di loro sono in degenza ordinaria, 55 sono invece in terapia intensiva. Queste sono le cifre più aggiornate rispetto alla situazione nei nostri ospedali. Ma i numeri non sempre consegnano la giusta immagine di ciò che realmente accade tra le corsie o negli Hub creati appositamente per l’emergenza sanitaria. È invece in grado di farlo chi ogni giorno lavora per assistere, per curare, chi vede cambiare i volti dei malati, chi esulta per le guarigioni e chi soffre per chi non ce la fa. Tra di loro ci sono gli infermieri, che dal Policlinico e da Baggiovara raccontano come la pandemia abbia cambiato il loro lavoro. Soli, lontani, in grado spesso di comunicare solo con gli occhi: la seconda ondata non è stata più clemente della prima nei confronti dei pazienti Covid. Ancora adesso la solitudine rende ancora più difficile la situazione di chi è ricoverato. Per questo un’infermiera del Policlinico ha voluto sottolineare che i veri eroi sono proprio i pazienti

Fonte TVqui

Pubblicato in Articoli, News