Accesso Co.Ge.A.P.S. tramite identità digitale SPID

Il Decreto Semplificazioni stabilisce che, entro il 28 febbraio 2021, l’accesso a tutti i servizi digitali delle Pubblica Amministrazione, compresi i servizi erogati dai concessionari di pubblici servizi e dalle società a controllo pubblico, avvengano esclusivamente tramite l’identità digitale (SPID) o la carta d’identità elettronica, al fine di snellire le procedure e digitalizzare i servizi.

Alla luce delle novità normative sopra richiamate, il Co.Ge.A.P.S. ha evidenziato che “dovrà adeguare la piattaforma e gli applicativi attualmente in uso consentendo ai Professionisti sanitari di identificarsi da remoto attraverso l’identità digitale di SPID.
Pertanto, i Professionisti sanitari dovranno adottare i propri sistemi di identificazione online per accedere ai loro servizi digitali utilizzando l’identità digitale SPID e CIE (la Carta di identità elettronica) entro il 28 febbraio 2021 e non oltre la data di naturale scadenza il 30 settembre 2021. Questo adempimento, inoltre, consentirà agli utenti un miglioramento della sicurezza di tutte le richieste (esoneri /esenzioni, ecc.) e al Consorzio una semplificazione e velocizzazione
delle procedure fin ora adottate dal personale back office per i dovuti controlli”.

Lo SPID e la CIE avranno, dunque, lo stesso valore di un qualsiasi documento d’identità nello svolgimento di pratiche amministrative online con l’evidente vantaggio di rendere più veloci, intuitivi e sicuri i servizi digitali non essendo più necessario, ad esempio, allegare alle richieste copia dei documenti analogici.
Lo SPID può essere attivato dal cittadino attraverso la registrazione sul sito di uno dei gestori di identità abilitati o recandosi presso gli appositi uffici delle pubbliche amministrazioni.

Pubblicato in Articoli, News